Consiglio direttivo – Seduta del 13 luglio 2005

Ordine del giorno

 

1.      Approvazione verbale precedente seduta (non trattato)

2.      Comunicazioni

3.      Ratifica decreti direttoriali

4.      Modifiche di statuto

5.      Proposta di modifica del regolamento per l’attribuzione di provvidenze al personale della Scuola

6.      Prospettiva di una fondazione della Scuola Normale

7.      Allievi: richieste di ammissione alla discussione della tesi di perfezionamento

8.      Allievi: convenzioni con atenei francesi per tesi di perfezionamento o dottorato in cotutela

9.      Allievi: convenzione con l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano

10.  Nomina del direttore del Centro di ricerca matematica “Ennio De Giorgi” (non trattato)

11.  Approvazione di un accordo specifico nell’ambito della convenzione con la Soprintendenza ai beni architettonici e per il paesaggio, per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico per le province di Pisa e Livorno

12.  Proposta di scioglimento del Centro interuniversitario per l’elettronica quantistica e i plasmi

13.  Individuazione posizioni del personale di categoria EP (non trattato)

14.  Individuazione incarichi specialistici del personale di categoria D (non trattato)

15.  Edilizia: Palazzone di Cortona, variazioni al progetto preliminare

16.  Edilizia: Palazzo della Carovana, progetto definitivo di impianto elettrico

17.  Edilizia: Centro archivistico, progetto preliminare per l’ampliamento

18.  Eliminazione residui

19.  Discarico inventariale (non trattato)

20.  Richieste di patrocinio

21.  Varie ed eventuali

…………….

Argomento: Ratifica decreti direttoriali

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di ratificare il decreto direttoriale n.340 del 07/07/05, con il quale è stato annullato il decreto direttoriale n.265 del 25/05/2005 e contestualmente ridefinito l’accertamento dell’entrata di € 180.000,00 relativa alla convenzione in atto con la Arcus S.p.a. e la Soprintendenza archeologica di Pompei, e il decreto direttoriale n.304 del 20/06/05, con il quale è stato disposto lo storno di € 3.000,00 dal capitolo 1/7/25 “Vigilanza locali e impianti” al capitolo 2/12/2 “Acquisto e rinnovamento mobili e arredi – Divisione Allievi – Servizio Convitto”.

…………….

Argomento: Modifiche di statuto

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.27 dello statuto:

Art.27

(Corso ordinario)

“I curricula degli allievi del corso ordinario di cui all’art.7, lett. a), specificati dall’apposito regolamento, rispettano i curricula dei corrispondenti corsi di laurea di primo e di secondo livello dell'Università di riferimento.

“I corsi ordinari hanno per fine di integrare ed elevare la qualità e il livello della preparazione universitaria degli allievi, sviluppandone lo spirito critico.

“Tali corsi sono costituiti dagli insegnamenti impartiti nella Scuola e da seminari specifici, lettorati di lingue straniere, esercitazioni di laboratorio, soggiorni di studio all'estero, stage e tirocini, nonché da altre attività volte ad arricchire la formazione degli allievi.

“Il regolamento didattico disciplina la programmazione degli impegni didattici degli allievi relativamente ai corsi seguiti presso l’Università degli Studi di riferimento ed alle attività interne, al fine di assicurarne un alto livello di formazione”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.28 dello statuto:

Art.28

(Corsi di laurea di secondo livello)

“I corsi di laurea di secondo livello di cui all’art.7, comma 3, lettera a), istituiti su convenzione con università italiane, anche in collaborazione con università di altri Paesi, hanno lo scopo di assicurare una formazione di livello avanzato di carattere innovativo e/o con specifiche connotazioni interdisciplinari.

“Nell'atto convenzionale da stipulare con altri atenei per l'istituzione e la conduzione di corsi di laurea di secondo livello sono definite le modalità procedurali e attuative necessarie ad assicurare una piena e funzionale collaborazione inter-universitaria.

“Il regolamento didattico disciplina il loro ordinamento prevedendo le modalità di accesso, l’articolazione degli insegnamenti e quanto altro utile ad assicurare l’alto livello delle attività formative e del processo di apprendimento degli allievi”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.29 dello statuto:

Art.29

Corso di perfezionamento (PhD)

“I corsi di perfezionamento di cui all’art.7, primo comma,  lett. b), hanno la durata di almeno tre anni accademici.

“Il titolo relativo è equipollente al dottorato di ricerca ai sensi della legge 18 giugno 1986, n.308.

“Il regolamento didattico disciplina le modalità per il concorso di ammissione, per lo svolgimento dei corsi, per il passaggio degli allievi agli anni successivi, per l'ammissione alla discussione della tesi.

“Le attività formative e di ricerca hanno il fine di ampliare la base culturale degli allievi e di svilupparne le attitudini alla ricerca”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.30 dello statuto:

Art.30

Corsi di alta formazione

“La Scuola può istituire corsi di specializzazione post-laurea e post-dottorali, di varia durata, anche in collaborazione con enti pubblici e privati.

“Può altresì istituire master universitari di primo e di secondo livello, successivi al conseguimento della laurea e della laurea di secondo livello, finalizzati a fornire, per profili professionali determinati, una specializzazione approfondita e di alto livello scientifico.

“Un apposito regolamento disciplina lo svolgimento e la durata dei corsi, degli stage e dei master, i requisiti per l’ammissione e le condizioni per il conseguimento del relativo titolo.

“La Scuola può istituire anche corsi di dottorato di ricerca, di norma in collaborazione con università italiane.

“Inoltre la Scuola può prevedere, nel rispetto dell’ordinamento giuridico, specifici corsi di specializzazione per la formazione all’insegnamento dei propri allievi interni, anche attraverso attività di tirocinio didattico nelle scuole secondarie. Il diploma relativo ha valore abilitante e costituisce titolo per l’ammissione ai corrispondenti concorsi”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di riformulare nel modo seguente il terzo comma dell’art.28 sopra approvato: “Un apposito disciplina il loro ordinamento prevedendo le modalità di accesso, l’articolazione degli insegnamenti e quanto altro utile ad assicurare l’alto livello delle attività formative e del processo di apprendimento degli allievi”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.31 dello statuto:

Art.31

Altri corsi

“La Scuola può istituire altri corsi di alta formazione o di formazione permanente e ricorrente per insegnanti delle scuole secondarie o altre professionalità, anche in collaborazione con università italiane e non italiane e/o altri soggetti pubblici e privati che contribuiscano a coprirne il finanziamento”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.32 dello statuto:

Art.32

Disposizioni comuni ai corsi

“L’ordinamento degli studi di ciascuna Classe Accademica viene deliberato dal Consiglio  della Classe medesima.

“Studenti e laureati di università italiane e non italiane, che non siano allievi della Scuola, possono frequentarne i corsi, previa autorizzazione del Consiglio della Classe Accademica”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.33 dello statuto:

Art.33

Titoli

“La Scuola rilascia:

a)      il diploma di primo livello agli allievi che abbiano soddisfatto gli obblighi relativi al primo triennio del corso ordinario e conseguito la laurea universitaria secondo le modalità stabilite dal regolamento didattico;

b)      il diploma di licenza agli allievi che abbiano conseguito la laurea di secondo livello e successivamente superato, entro un anno dalla conclusione del corso ordinario, il relativo esame interno;

c)      il diploma di perfezionamento (PhD) agli allievi che abbiano compiuto i corsi di perfezionamento di durata almeno triennale e superato il relativo esame; ai sensi della legge 18 giugno 1986, n.308, tale diploma è a tutti gli effetti equipollente al titolo di dottore di ricerca.

“La Scuola, inoltre, qualora vengano istituiti i corsi di cui agli articoli 28, 30 e 31, rilascia:

d)      la laurea di secondo livello, congiuntamente ad altro ateneo, agli allievi che abbiano compiuto il relativo corso di studi ai sensi del precedente art.28;

e)      il diploma di dottorato di ricerca agli allievi che abbiano compiuto il relativo corso di studi e superato il relativo esame;

f)        il diploma di master universitario di primo o di secondo livello agli allievi che abbiano compiuto con profitto il relativo corso di studi e superate le relative prove d’esame;

g)      altri diplomi e attestati previsti dai precedenti articoli in conformità alla legislazione vigente”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.34 dello statuto:

Art.34

Diploma di perfezionamento a candidati esterni

“Il Collegio Accademico può ammettere a sostenere l'esame per il conferimento del diploma di perfezionamento, su parere favorevole di almeno tre studiosi competenti della materia designati dal Direttore, laureati, sia italiani che non italiani, i quali, pur non appartenendo alla Scuola come allievi, abbiano dimostrato per studi compiuti o pubblicazioni fatte notevoli capacità scientifiche nella disciplina nella quale chiedono il diploma, e che presentino una dissertazione di comprovato rigore e originalità scientifica”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.35 dello statuto:

Art.35

Perfezionamento honoris causa

“La Scuola può conferire, a persone che per opere compiute e per studi pubblicati, siano venute in meritata fama di singolare perizia nelle discipline umanistiche o scientifiche, il diploma di perfezionamento honoris causa .

“La deliberazione del Collegio Accademico, nella composizione di cui all’art. 16, lett. a), b), c) e d), previa proposta del Consiglio della Classe Accademica di riferimento, che conferisce il perfezionamento honoris causa, deve essere adottata con la maggioranza dei due terzi dei componenti ed approvata dal Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.36 dello statuto:

Art.36

Posti del corso ordinario e del corso di perfezionamento (PhD)

“Il Consiglio Direttivo, in attuazione dell'art. 7, lettere a) e b), ogni anno, entro il mese di marzo, sentiti i Consigli delle Classi Accademiche, determina il numero dei posti di allievo del corso ordinario e del corso di perfezionamento da mettersi a concorso per l'anno accademico successivo e ne approva i relativi bandi.

“I criteri, le scadenze e le modalità di ammissione ai corsi sono stabiliti dal regolamento didattico.

“Le commissioni giudicatrici dei concorsi di ammissione al corso ordinario e al corso di perfezionamento e i loro presidenti, sono nominati ogni anno con provvedimento del Direttore. I criteri di nomina e composizione e le modalità di funzionamento sono disciplinati nel regolamento didattico.

“Il Direttore, con proprio provvedimento, approva le graduatorie dei concorsi e nomina i vincitori”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.37 dello statuto:

Art.37

Obblighi degli allievi

“Il regolamento didattico stabilisce gli obblighi didattici e i criteri di valutazione atti ad assicurare l’alto livello degli studi compiuti dagli allievi e la costanza e qualità del loro impegno.

“Ogni allievo del corso ordinario segue gli insegnamenti impartiti nella Scuola e quelli impartiti nei corsi di laurea di primo e di secondo livello a cui è iscritto nell’Università di riferimento. Il piano degli studi di ciascun allievo, presso la Scuola e presso l’Università, è approvato dal Consiglio della Classe Accademica di appartenenza.

“Ogni allievo del corso ordinario deve ottenere il giudizio di idoneità nel colloquio annuale disciplinato dal regolamento didattico e deve sostenere tutti gli esami dei corsi universitari e di quelli interni previsti nel piano di studi, entro la fine dell’anno accademico di riferimento, secondo le modalità previste dal Regolamento didattico.

“Ogni allievo del corso ordinario deve riportare negli esami universitari e in quelli interni sostenuti durante l'anno accademico la media di almeno ventisette su trenta ed in ciascun esame il punteggio di almeno ventiquattro su trenta. Nel colloquio annuale disciplinato dal regolamento didattico, il giudizio della commissione d'esame definisce analiticamente la qualità del lavoro svolto e l’idoneità dell’allievo alla permanenza in Normale.

“Per essere ammessi al quarto anno gli allievi dovranno aver adempiuto, nei tempi prescritti dal regolamento didattico, a tutti gli obblighi di cui al presente articolo ed aver ottenuto la laurea presso l'Università di riferimento.

“Ogni allievo del corso di perfezionamento deve attendere ai propri studi secondo un piano approvato dai Consigli di Classe. L’ammissione agli anni successivi è condizionata al parere favorevole di una commissione nominata dal Preside della Classe.

“Il mancato adempimento degli obblighi didattici e il mancato raggiungimento degli obiettivi di punteggio medio e di idoneità nei colloqui comportano la decadenza dal posto di allievo.

“Ogni allievo deve inoltre rispettare le regole disciplinari e i principi di incompatibilità previsti nel regolamento didattico e collaborare all’ordinato funzionamento dei collegi della Scuola secondo le norme stabilite in apposito regolamento interno”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.38 dello statuto:

Art.38

Diritti degli allievi

“I vincitori dei concorsi e i confermati nel posto di studio usufruiscono, fino alla fine dell'anno accademico, dell'alloggio e del vitto gratuito da parte della Scuola, e di un contributo didattico il cui ammontare è fissato di anno in anno dal Consiglio direttivo, che in conformità ai principi di merito e di eguaglianza di cui all’art.1 include il rimborso totale o parziale delle tasse dovute e pagate all'Università di riferimento.

“I sussidi di cui al presente articolo sono soggetti, ai fini fiscali, alla normativa vigente in materia di borse di studio erogate dalle Università e dalle Regioni.

“Conformemente all’art.13 della legge 2 dicembre 1991, n.390, la Scuola prevede forme di collaborazione a tempo parziale degli allievi ad attività connesse ai servizi resi, la cui disciplina è stabilita in apposito Regolamento.

“La Scuola può istituire e regolamentare forme di tutorato, al fine di consentire agli allievi la massima partecipazione alla didattica, l’avviamento alla ricerca scientifica e l’acquisizione di esperienze dirette a favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.39 dello statuto:

Art.39

Attività autogestite

“La Scuola favorisce le attività formative autogestite degli allievi nei settori della cultura e degli scambi culturali, dello sport e del tempo libero, anche attraverso apposite forme associative o rappresentative secondo modalità definite dal Consiglio direttivo e disciplinate in apposito regolamento”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la seguente nuova stesura dell’art.40 dello statuto:

Art.40

Assemblea degli allievi

“Gli allievi dei corsi ordinari e di perfezionamento costituiscono l’Assemblea degli allievi.

“L'Assemblea degli allievi della Scuola può essere convocata anche per una sola delle sue componenti. Essa si riunisce e funziona in base a quanto stabilito con apposito regolamento”.

…………….

Argomento:  Proposta di modifica del regolamento per l’attribuzione di provvidenze al personale della Scuola

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare le seguenti modifiche al regolamento per l’attribuzione di provvidenze al personale dipendente della Scuola:

-         all’art.2, secondo comma, dopo la dicitura “coniuge (anche se legalmente separato)” è aggiunto “o convivente avente la medesima residenza anagrafica”

-         all’art.2, terzo comma, la dicitura “ai sensi dell’art.2 della legge 4 gennaio 1968, n.15” è sostituita con “ai sensi dell’art.46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 2000, n.445”

-         all’art.3, secondo comma, l’importo di € 516,46 è arrotondato a € 500,00

-         all’art.3, terzo comma, i riferimenti all’art.26 del CCNL sono sostituiti dal riferimento all’art.34

-         all’art.3, quinto comma, dopo le due ricorrenze della parola “retribuzione” è aggiunta la dicitura “lorda tabellare per la posizione economica del dipendente”

-         all’art.4, secondo comma, l’importo di € 516,46 è arrotondato a € 500,00

-         all’art.5, primo comma, dopo la parola “personale” è inserita la dicitura “o per i familiari a carico”; dopo le parole “contributo per” è inserita la dicitura “accudimento a familiari anziani o portatori di handicap,”; la parte finale del comma, dopo le parole “comprensiva di una” è riformulata come segue: dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art.47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 2000, n.445, relativa a eventuali benefici economici, fiscali e/o assicurativi a qualunque titolo richiesti o percepiti per la medesima fattispecie, ciò ai fini della valutazione dell’eventuale contributo”

-         all’art.6, secondo comma, l’inciso finale “in originale o in copia autenticata” è sostituito da “sempre corredata da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art.47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 2000, n.445, relativa a eventuali benefici economici, fiscali e/o assicurativi a qualunque titolo richiesti o percepiti per la medesima fattispecie”

-         all’art.6, quarto comma, l’importo di € 20.658,28 diviene di € 30.000,00; l’importo di € 30.987,41 diviene di € 40.000,00 e l’importo di € 1.549,37 è arrotondato a € 1.500,00; dopo le parole “a carico” viene inserito il periodo seguente: “Il reddito personale complessivo dovrà essere dimostrato anche mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell’art.46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 ottobre 2000, n.445”

-         all’art.6, quinto comma, l’importo di € 25.822,40 diviene di € 35.000,00 e l’importo di € 41.316,55 diviene di € 45.000,00

-         all’art.6, sesto comma, l’importo di € 516,46 è portato a € 2.000,00

-         all’art.8, la rubrica “Norme transitorie e finali” diviene “Norme finali”, e viene cassato il terzo comma.

…………….

Argomento: Prospettiva di una fondazione della Scuola Normale

 

Il Presidente informa il Consiglio direttivo sulla vicenda della pubblicazione, sul quotidiano “Liberazione”, di un articolo sul presunto stato di agitazione del personale causato dall’ipotesi di una fondazione della Scuola Normale, e delle successive precisazioni del Direttore della Scuola. Ribadisce che le preoccupazioni espresse da parte del personale, che la fondazione conduca a forme di privatizzazione, non hanno motivo di sussistere, e che la fondazione si avvarrà di personale proprio.

   Il Presidente coglie l’occasione per informare il Consiglio direttivo sulla prospettiva di costituzione della fondazione, che sembra farsi più concreta: spera di poter chiamare nei prossimi mesi il Consiglio a valutare nel merito una proposta precisa.

…………….

Argomento: Allievi: richiesta di ammissione alla discussione della tesi di perfezionamento

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di ammettere il dott. Pasquale Calabrese, titolare di un posto di perfezionamento in “Fisica” presso la Classe di scienze matematiche, fisiche e naturali della Scuola nel triennio 2001 – 2003, all'esame per il conferimento del diploma di perfezionamento in “Fisica”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di ammettere il dott. Damiano Fulghesu, titolare di un posto di perfezionamento in “Matematica” presso la Classe di scienze matematiche, fisiche e naturali della Scuola nel triennio 2002 – 2004, all'esame per il conferimento del diploma di perfezionamento in “Matematica”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di ammettere la dott.ssa Laura Micozzi, titolare di un posto di perfezionamento in “Discipline filologiche, linguistiche e storiche classiche” presso la Classe di lettere e filosofia della Scuola nel triennio accademico 1994/95 – 1996/07, all'esame per il conferimento del diploma di perfezionamento in “Discipline filologiche, linguistiche e storiche classiche”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di ammettere il dott. Massimiliano Rossi, titolare di un posto di perfezionamento in “Discipline filologiche e linguistiche moderne” presso la Classe di lettere e filosofia della Scuola nel triennio accademico 2000/01 – 2002/03, all'esame per il conferimento del diploma di perfezionamento in “Discipline filologiche e linguistiche moderne”.

…………….

Argomento: Allievi: convenzioni con atenei francesi per tesi di perfezionamento o dottorato in cotutela

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la stipula di una convenzione  di cotutela con l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi per la preparazione di una tesi su “L’emigrazione musulmana dalla Russia dopo la rivoluzione sovietica” a cura della dott.ssa Beatrice Penati, secondo quanto previsto dal testo allegato e di autorizzare il Direttore alla firma dell’atto anche nella sua traduzione in lingua francese apportando, nel caso lo ritenesse necessario, eventuali modifiche non sostanziali.

…………….

Argomento: Allievi: convenzione con l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la stipula di una convenzione fra l’Università commerciale “Luigi Bocconi” di Milano e la Scuola Normale Superiore per la realizzazione di una iniziativa formativa congiunta, finalizzata alla formazione di particolari profili curriculari e professionali nell’ambito della valorizzazione e della gestione dei beni culturali, secondo quanto dettagliatamente previsto nel testo allegato, e di autorizzare il Direttore alla firma dell’atto apportandovi, nel caso lo ritenesse necessario, eventuali modifiche non sostanziali.

   Il Consiglio direttivo, considerato che la Scuola con la convenzione anzidetta si impegna ad offrire l’alloggio in regime di reciprocità agli studenti della Bocconi, autorizza il Direttore, nel caso in cui non vi fosse la disponibilità di camere presso la Scuola, a disporre con proprio provvedimento il loro alloggio presso un albergo convenzionato e la copertura della relativa spesa.

…………….

Argomento:  Approvazione di un accordo specifico nell’ambito della convenzione con la Soprintendenza ai beni architettonici e per il paesaggio, per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico per le province di Pisa e Livorno

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare la stipula di un accordo specifico per attività di ricerca con la Soprintendenza ai beni architettonici e per il paesaggio, per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico per le province di Pisa e Livorno, secondo quanto previsto dal testo allegato, e di autorizzare il Direttore alla sottoscrizione dell’atto.

   L’entrata derivante dalla sottoscrizione dell’accordo, pari a € 20.000,00 IVA al 20% inclusa, sarà accertata per € 13.333,32 al capitolo 6/14/1 “Consulenze e convenzioni di ricerca per conto terzi” e trasferita in spesa sul capitolo 2/16/45 “Spese per ricerche e studi conto terzi – Classe di lettere” del bilancio per l’esercizio in corso; per € 3.333,34, corrispondenti all’IVA, al capitolo 6/17/5 “IVA su cessione di beni e prestazione di servizi”, e per € 3.333,34, a titolo di trattenuta ai sensi del vigente regolamento, al capitolo 6/17/2 “Rimborsi spese generali per convegni e convenzioni”. Tale trattenuta sarà destinata con provvedimento direttoriale alle strutture che il direttore del Laboratorio interdisciplinare per la ricerca, progettazione, gestione del patrimonio culturale avrà cura di indicare.

…………….

Argomento: Proposta di scioglimento del Centro interuniversitario per l’elettronica quantistica e i plasmi

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare lo scioglimento del Centro interuniversitario per l’elettronica quantistica e i plasmi e di autorizzare il Direttore a porre in essere gli atti conseguenti.

…………….

Argomento: Edilizia: Palazzone di Cortona, variazioni al progetto preliminare

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di approvare le variazioni al progetto preliminare per il restauro e l’adeguamento funzionale e tecnologico del Palazzone di Cortona redatto dall’architetto Pietro Matracchi e composte da relazione tecnica e illustrativa, documentazione fotografica e n.28 tavole progettuali.

…………….

Argomento: Edilizia: Palazzo della Carovana, progetto definitivo di impianto elettrico

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di rimandare l’approvazione del progetto definitivo relativo all’adeguamento alle normative vigenti dell’impianto elettrico del Palazzo della Carovana, chiedendo che siano effettuati i seguenti ulteriori adempimenti:

- che sia redatto, in collaborazione con il Centro di elaborazione dell’informazione e del calcolo, uno studio per la realizzazione di una rete dati wireless nel Palazzo della Carovana e per la quantificazione dei relativi costi;

- che siano meglio caratterizzati gli oneri derivanti dalle opere edili all’interno del progetto di impianto elettrico;

- che siano chiaramente distinti e definiti i lotti funzionali nei quali si propone di articolare l’esecuzione dell’intervento.

…………….

Argomento: Edilizia: Centro archivistico, progetto preliminare per l’ampliamento

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di rimandare l’approvazione del progetto dei lavori di ampliamento del Centro archivistico del Palazzo della Carovana redatto dall’ing. Giuseppe Bentivoglio, chiedendo che siano effettuati i seguenti ulteriori adempimenti:

- che sia precisata l’entità dell’intervento sugli arredi;

- che sia definito l’ambito entro il quale saranno eseguite le opere elettriche negli ambienti del Centro archivistico, vale a dire se esse debbano essere stralciate dal progetto di rifacimento generale degli impianti del Palazzo della Carovana ed essere computate nel presente intervento, con conseguente diminuzione degli oneri altrove previsti.

…………….

Argomento: Eliminazione residui

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato:

-         di autorizzare l’eliminazione dei residui passivi derivanti dagli impegni di spesa autorizzati con i decreti n.535 e n.653 dell’anno 2004 e con il contratto di collaborazione coordinata e continuativa stipulato con la dott.ssa Terzibasi, nell’anno 2004,  per un importo complessivo di € 24.778,69 e, autorizzare una variazione positiva all’avanzo di amministrazione dello stesso importo complessivo;

-         di autorizzare il trasferimento dall’avanzo di amministrazione di € 24.778,69 al capitolo 2/16/2 “Centro di ricerca matematica Ennio De Giorgi” per € 11.090,10, e al capitolo 2/16/18 “Cofinanziamenti per ricerca ministeriale – Classe di scienze” – progetto FIRB 03 Cellerino per € 13.688,59

   A seguito di tale variazione, l'avanzo di amministrazione viene a rideterminarsi in € 14.089.380,84

…………….

Argomento: Richieste di patrocinio

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di non concedere il patrocinio della Scuola Normale Superiore all’ottava edizione del “Premio Voltolino”.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di non concedere il patrocinio della Scuola Normale Superiore all’organizzazione del corso estivo ISODARCO che si terrà a Pisa nell’anno 2006.

…………….

Argomento: Varie ed eventuali:

 

Il Consiglio direttivo ha deliberato di confermare il conferimento di 100.000 euro al fondo di dotazione iniziale della Fondazione ERGA.

   Il Consiglio direttivo esprime la preoccupazione della Scuola Normale nell’apprendere la decisione del Consiglio di amministrazione della Fondazione ERGA di modificare l’atto costitutivo della Fondazione – nel senso di destinare al fondo di gestione la metà dei conferimenti già previsti in favore del fondo di dotazione iniziale – ritenendo che essa prefiguri una diminuzione delle attività originariamente previste.

   Nel confermare il conferimento di 100.000 euro al fondo di dotazione iniziale, il Consiglio direttivo ritiene opportuno un comportamento uniforme degli altri fondatori e una partecipazione paritaria al fondo di dotazione, che è rappresentativo delle intenzioni e delle ambizioni della Fondazione.

…………….

Il Consiglio direttivo ha deliberato di autorizzare l’Università di Pisa a eseguire lo spostamento del muro di recinzione tra il Palazzo della Carovana e il Polo didattico Carmignani nella misura richiesta, sotto la sorveglianza del personale tecnico della Scuola e previo concordamento delle tipologie e metodi di intervento, tenuto conto della delicatezza funzionale dei collegamenti esistenti.

   I relativi oneri derivanti dall’intervento saranno a totale carico dell’Università di Pisa.

…………….